|

Salute Mentale, Depressione e Antidepressivi

Salute Mentale, Depressione e Antidepressivi – In un mondo in cui le scelte plasmano i nostri percorsi e le emozioni intagliano i nostri destini, c’è una verità che dobbiamo affrontare, anche se non è la pillola più facile da inghiottire. Ma dobbiamo essere onesti. È un argomento molto difficile, ma non intendo ammorbidirlo. Non è una verità confortante, ma è una verità che dobbiamo affrontare frontalmente.

La realtà è che lo stato della nostra salute mentale è una scelta quotidiana. Una scelta che dobbiamo fare consapevolmente ogni giorno. Una su cui dobbiamo impegnarci, su cui dobbiamo lavorare. Ogni mattina ci svegliamo con una decisione da prendere. Possiamo scegliere di iniziare la giornata con una prospettiva positiva, una mentalità neutrale o lasciarci scivolare nella negatività. Quella scelta, quando inclinata costantemente verso la negatività, stabilisce un modello. Nel tempo, quel modello diventa un’abitudine. E alla fine, quell’abitudine porta alla depressione.

Lo so perché ci sono passato. Conosco l’attrazione di cadere in una routine di infelicità quotidiana, perdere interesse in tutto, trascurare l’autocura e cercare di sfuggire alla realtà. Ho provato la mancanza di entusiasmo, il desiderio di ritirarmi dalla società e il desiderio di evitare ogni tipo di interazione. C’erano giorni in cui malapena pronunciavo una parola, nemmeno al mio animale domestico, quanto meno avere pensieri suicidi. Nel 2017.

C’erano giorni in cui non volevo alzarmi dal letto e altri in cui facevo solo l’essenziale e poi tornavo a letto. I miei livelli di energia erano costantemente bassi. Mi sentivo intorpidito. Nulla poteva influenzarmi. Nessuno poteva raggiungermi. Non avrei ascoltato nessuno. Se qualcuno mi faceva un complimento, non lo assimilavo. In effetti, non avrei assimilato nemmeno la metà di ciò che qualcuno mi stava dicendo. Non ci credevo. Mi sentivo indegno ed imbarazzato.

La mia mente pensava, sì, in modo incredulo, resistendo a qualsiasi cosa provenisse dal mondo esterno e potesse essere remotamente positiva. Come molte persone, ho trovato fughe temporanee e gratificazioni istantanee che alleviavano la mia condizione, i miei sintomi, se preferite, per un breve periodo. Ma non erano la soluzione al problema. In effetti, nessuno di noi può scappare dai nostri problemi per sempre. La fuga può offrire una distrazione momentanea o una falsa sensazione di sicurezza. Ma alla fine, dobbiamo affrontare le nostre sfide.

Depression Holistic healing Mindfulness Mental health Overcoming challenges Empowerment Self-care Natural healing Mind-body connection Emotional well-being Inner strength Personal growth Positive transformation Coping strategies Holistic approach Self-awareness V2V Method Resilience Wellness journey Empowering mindset
https://tinyurl.com/yyvcaprh

Sfortunatamente, dopo ogni breve momento di felicità, il successivo stato di depressione può sembrare ancora più devastante, costringendoci a cercare ulteriore evasione. Durante il lockdown, i problemi di salute mentale sono aumentati. E non sorprende che siamo diventati una società dipendente dalla fuga. Tutti portiamo gradi variabili di infelicità e sperimentiamo diverse forme di sofferenza. Per farvi fronte, cerchiamo distrazioni. Alcune persone ricorrono all’abuso di sostanze come l’alcol, il cibo o le droghe. Alcune persone possono cercare in modo ossessivo conforto nella spiritualità. Ci immergiamo nelle innumerevoli offerte del mondo moderno, diventando sempre più disconnessi dal nostro vero io. E molti di noi lottano per abbracciare e accettare completamente chi siamo.

La pandemia e il successivo lockdown ci hanno costretti a confrontarci con noi stessi. Siamo stati tutti privati delle solite distrazioni. Siamo stati lasciati soli, essenzialmente, con i nostri pensieri e i nostri sentimenti. Ci siamo confrontati con gli aspetti delle nostre vite che abbiamo evitato o che mascheriamo quotidianamente senza adeguate indicazioni e strumenti. È naturale che panico, paura e dolore si siano intensificati, portando a un aumento dei problemi di salute mentale.

Probabilmente ho vissuto il lockdown in modo molto diverso. Per la maggior parte delle persone, in realtà ero piuttosto felice di essere a casa, anche se non ero molto contento di aver perso tutto, la mia attività, il mio reddito, diversi amici, membri della famiglia. Ma il lockdown mi ha dato l’opportunità di guardare davvero dentro di me, a tutto nella mia vita. E non importa quanto dolorose fossero le cose che sono venute alla superficie, ho trovato un modo per affrontarle, per lasciarle andare.

Senza ricorrere agli antidepressivi, la maggior parte delle persone non sarebbe stata in grado di passare attraverso ciò che ho passato nella vita e ancora essere qui a raccontarlo. Solo per darti un’idea, all’età di 15 anni, stavo prendendo 60 gocce di tallio al giorno per affrontare l’ansia. Ma da quando sono diventato un operatore olistico della salute e un maestro di Reiki, ho imparato a dipendere meno dai farmaci e più dai metodi olistici di guarigione.

Ho imparato a conoscere la relazione tra la mente, i nostri pensieri, l’energia che quei pensieri producono e il nostro stato fisico. E mi dispiace oggi che così tante persone stiano assumendo antidepressivi, specialmente perché ci sono così tanti effetti collaterali associati a questi farmaci.

Sapevi che gli antidepressivi, come gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina, interagiscono con i nostri sistemi di neurotrasmettitori? Questa interazione può portare a disturbi gastrointestinali, nausea, vomito, diarrea. Possono alterare l’equilibrio delicato all’interno del nostro intestino. Possono causare il malfunzionamento delle nostre funzioni metaboliche. Questo, a sua volta, può causare vertigini, mal di testa. Possono scatenare effetti collaterali neurologici. Esiste anche una rara condizione nota come sindrome da serotonina, che può verificarsi persino quando si assumono antidepressivi.

Alcuni antidepressivi possono persino influire sulla frequenza cardiaca e sulla pressione sanguigna. Anche se gli antidepressivi possono certamente eliminare alcune delle nostre esperienze negative, eliminano anche alcune delle esperienze positive. Possono alterare la nostra memoria, la nostra attenzione, le nostre capacità decisionali. Possono influire sul nostro funzionamento quotidiano e sul nostro benessere cognitivo. Oltre a tutto ciò, possono esserci ripercussioni sociali e psicologiche.

L’idea di dover fare affidamento sulla medicazione per il benessere emotivo potrebbe effettivamente scatenare sentimenti di inadeguatezza e debolezza. Alcune persone possono sentirsi in quel modo, quindi stanno assumendo antidepressivi, ma in realtà è controproducente rispetto all’obiettivo previsto o all’obiettivo desiderato di prendere gli antidepressivi.

Ciò che mi ha aiutato a superare la mia depressione e i miei problemi di salute mentale sono state la consapevolezza e la meditazione. Sono diventato consapevole di ogni pensiero che avevo e dell’emozione associata a quel pensiero. E riconoscendo ogni emozione scatenata dai pensieri, sono stato in grado di cogliermi e trasformare quei pensieri da negativi a più positivi.

Non dirò che sono diventato felice da un giorno all’altro, perché sarebbe una menzogna. Ma ho imparato a distinguere come i miei pensieri e le mie emozioni influenzassero il mio umore regolarmente e come ciò influenzasse il mio stile di vita in generale. Ho iniziato anche a prendere la responsabilità della mia parte in alcune delle cose negative che sono accadute nella mia vita, riprendendo il mio potere, il che a sua volta mi ha reso più sicuro e resiliente.

Ed è per questo che ho sentito il bisogno di scrivere il mio libro, “Sblocca il Potere Interiore”, e di condividere su YouTube la mia esperienza e spero di trovare un modo per aiutarti a superare le tue sfide senza dipendere dai prodotti farmaceutici. Non sto dicendo a nessuno di andare a gettare via gli antidepressivi. Voglio dire, se avessi una scelta, lo farei. Mi rendo conto che per alcune persone hanno dei meriti, ma mi piacerebbe anche che tu considerassi i loro svantaggi per problemi di salute mentale.

Quello che sto suggerendo è un’alternativa per eliminare in modo olistico ed organico i sintomi della depressione. Un’alternativa che include l’esercizio di mindfulness, la terapia e molto lavoro interiore per trasformare organicamente pensieri, emozioni e comportamenti dannosi per il nostro benessere, fisico, mentale ed emotivo.

Credo che con un po’ di forza di volontà, determinazione e forza, ognuno di noi possa trasformarsi in modo organico. Con questa idea in mente, e basandomi sulla mia esperienza personale, sto progettando un nuovo corso di trasformazione mirato a portare le persone dalla condizione di vittima alla vittoria; dando loro il potere di riprendere il controllo della loro salute mentale, del loro benessere e del loro benessere fisico.

Depressione, salute mentale, trasformazione, libro nuovo, libro, energia, mente, corpo, animo, anima, coaching
https://tinyurl.com/yyvcaprh

If you’d like to read more about Mind Transformation – Please CLICK HERE

Similar Posts

Leave a Reply